La mozzarella si veste di nuovo e diventa panna cotta

La tradizione casearia abruzzese ha radici molto antiche che si intrecciano indissolubilmente con la storia della sua popolazione, dedita da secoli alla pastorizia e all’autoproduzione dei derivati del latte.

Tra le arti dei pastori abruzzesi erranti, infatti, la produzione del formaggio pecorino e della ricotta sono sempre state le più rilevanti. Durante tutto l’arco dell’inverno e fino all’inizio del periodo estivo, quando le pecore avevano abbondanza di latte per l’alternanza dei parti nel gregge, i pastori si impegnavano quotidianamente in queste attività che assicuravano loro del cibo e dei prodotti per lo scambio o la vendita.

 

Solo la produzione del burro tra i pastori era poco diffusa, mentre quella delle mozzarelle era addirittura assente data la deperibilità del prodotto e la sua scarsa conservabilità, di appannaggio esclusivo di laboratori artigianali presenti soprattutto nelle vaste zone dell’aquilano e del chietino, tutt’ora molto attivi e conosciuti anche a livello nazionale.

Anna-panna-cotta-mozzarella_2

La mozzarella è un formaggio fresco a pasta filata, le cui origini millenarie sono tuttora contese dagli storici. Deve il suo nome al diminutivo “mozza” che indica la fase finale del suo processo di lavorazione, la mozzatura, compiuta per separare dall’impasto i singoli pezzi. Esistono diverse forme che la caratterizzano: la mozzarella classica, la treccia, il nodino, il bocconcino, il fiordilatte.

Nel libro “Il formaggio fai da te: istruzioni per produrre in casa un buon formaggio” di Matilde Calandrelli e Donato Nicastro, edito da Caseus e giunto nel 2005 alla terza edizione, è spiegato passo per passo come sia possibile preparare la mozzarella in casa con pochi ingredienti quali latte, fermenti, caglio, sale e acqua.

Diversa è invece questa panna cotta che vi propongo, un prodotto cremoso e che conserva tutto il gusto della mozzarella, davvero inaspettato, ottimo soprattutto per assaporare la freschezza di questo latticino così amato durante un pic-nic nelle fresche giornate primaverili.

PANNA COTTA DI MOZZARELLA
Print
Ingredients
  1. 200 g di mozzarella
  2. 200 ml di panna fresca
  3. 4 fogli di gelatina (8 g)
  4. sale
  5. olio extravergine di oliva
  6. pomodori
  7. basilico
  8. origano fresco
Instructions
  1. Mettete i fogli di gelatina (colla di pesce) in una ciotola con acqua fredda.
  2. Tagliate in pezzi la mozzarella e frullatela nel mixer. Versatela in un pentolino e aggiungete la panna.
  3. Scaldate su fuoco dolce e quando sta per bollire spegnete. Strizzate i fogli ammollati di gelatina e versateli nel composto di panna e mozzarella. Amalgamate finché non si sarà sciolta del tutto. Unite un po’ di sale e versate il composto liquido negli stampini. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e successivamente mettete in frigorifero a rassodare per due ore.
  4. Tagliate i pomodori in piccoli pezzi e aromatizzateli con olio, sale, origano. Tenete da parte.
  5. Sformate la panna cotta di mozzarella servendola con i pomodori, aggiungete delle foglie di basilico fresco.
Taste Abruzzo http://www.tastefromabruzzo.com/
Anna-panna-cotta-mozzarella_3

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>