Ferratelle

C’è un detto in Abruzzo che dice che le donne, prima di maritarsi hanno ‘sette braccia e mezza lingua’, ma dopo il matrimonio queste stesse pare sviluppino ‘sette lingue e mezzo braccio’.   E se la mentalità che affiora da detti come questo è maschilista, a me invece piace immaginare che nel mio antico Abruzzo una donna maritata cominciasse a parlare finalmente e parlare ancora facendo sentire più del dovuto

Read More...

Il Natale è alle porte: crispelle di San Vito Chietino

L’atmosfera che si crea a San Vito, fin da molti giorni prima del Natale, fin addirittura da Novembre, è nei preparativi di un ‘clima’ religioso che si traduce in una cucina domestica di festa. In questo fermento ogni occasione è buona per festeggiare il rientro di qualche familiare non più residente in paese, o semplicemente per testare ricette della tradizione da rispolverare con un certo anticipo prima del Natale. Il

Read More...

Le buone ricette della nonna: torroncini alle mandorle

Potranno essere anche torroncini che non hanno una vera identità abruzzese, infatti io erroneamente pensavo si chiamassero spumini e proprio grazie a questo post ho scoperto che così non posso chiamarli, ma è più corretto definirli torroncini. Si tratta di una di quelle ricette collaudate che appartengono alla sfera famigliare e che mi parlano tanto di festa, di domenica e di pomeriggi in cui inizia a far freddo. Una volta

Read More...

Quando le ferratelle diventano pizzelle

Quando le ferratelle diventano “pizzelle”, questo può significare due cose: una consistenza morbida e un paesaggio dell’entroterra, possibilmente chietino. Le pizzelle, infatti, al pari delle neole, sono un veloce impasto di uova, zucchero, farina e olio che prendono la forma di un fazzoletto ricamato dentro un apposito ferro. Esiste però una notevole differenza, a seconda dei gusti ma anche del territorio, che ha consentito di chiamare le ferratelle in modo diverso, distinguendole a seconda

Read More...