Il fagiolo di Paganica in una zuppa di cozze

Per secoli, alle pendici del Gran Sasso, presso la conca del fiume Vera venivano coltivati i fagioli ad olio (o a pane) e i fagioli bianchi. Una coltura tradizionale agevolata dalla presenza di suoli freschi e  profondi, di natura alluvionale, e dalla presenza di corsi d’acqua, alimentati da numerose risorgive che scendono dal Gran Sasso. La coltivazione dei fagioli, detti anche di Paganica, richiedeva però grande manodopera da parte di donne e uomini

Read More...

Cozze in umido alla maniera dei Trabocchi

“Il mare è finito” diceva mio nonno, quando mi portava al porto di Pescara. Era convinto che non mi facesse bene vivere in un paese dell’entroterra chietino, così d’estate quando nei tre mesi estivi ci trasferivamo da lui, mano nella mano mi portava al mare. Entravamo nel museo ittico e lì c’erano sempre le stesse cose: vecchie ancore recuperate chissà a quali profondità, la testa di un pesce spada e

Read More...

Piatti che fondono terra e mare: le seppie con i carciofi

Per questi piatti che fondono la terra al mare ho sempre avuto un debole. Se mi fermo a pensare a quante possibilità possano nascere combinando i prodotti dell’orto a quelli marini mi perdo, perché credo si tratti di un mondo sconfinato e per certi versi inesplorato per quante sfumature sia esso in grado di offrire. Ho letto di recente alcuni articoli che descrivono molto bene la storia della cultura della

Read More...

Roberto, la sua “Perla del mare” e una focaccia che ha il sapore del Mar Adriatico

Domenica. Tre del mattino. Una notte d’estate. Mentre il lungomare pescarese vede ancora alcuni giovani che escono dagli stabilimenti balneari con una birra in mano, qualche coppia che si coccola sul bagnasciuga  e alcune persone rilassate a  godersi finalmente un po’ di fresco, qualcuno è già pronto per tornare al lavoro. Roberto è sveglio da poco ed è già pronto per ripartire. Prende con sé le sue cose, saluta con

Read More...