Traversata delle Mainarde: storia, natura ed emozioni sulle vette del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

Una lunga ed entusiasmante escursione sul crinale di una delle zone meno frequentate e più selvagge del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Un percorso che ci porterà indietro nel tempo presso la grotta del sanguinario brigante Domenico Fuoco che perse la vita nei pressi del Monte Meta nella notte tra il 17 e 18 agosto 1870, sulle trincee tedesche ancora ben visibili sul crinale di Monte Mare e Monte Marrone testimoni dell’avanzata del Corpo Italiano di Liberazione nella primavera del 1944 e nella capanna di Charles Moulin, singolare pittore che nei primi del ‘900 lasciò Parigi, da artista affermato, per vivere nella quasi completa solitudine su queste vette.

Un viaggio ricco di natura, di storia, di emozioni da vivere appieno nel versante di quelli che venivano chiamati gli “Abruzzi”.

cervo

Gli itinerari programmati saranno presentati su cartografia digitale e schermo gigante. Verrà inoltre organizzato un incontro con personale del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise per approfondire i valori naturalistici di questa area protetta. Infine sarà possibile avere anche insegnamenti e consigli riguardanti le riprese video-naturalistiche da un professionista del settore.

PROGRAMMA DI VIAGGIO
Sabato 25 Ottobre 2014
Arrivo in tarda mattinata a Pizzone e raduno dei partecipanti. Visita al Centro Visita dell’Orso bruno marsicano e trasferimento in rifugio. Nel pomeriggio escursione sulle tracce dei cervi appena usciti dalla stagione del bramito e poter fotografare e ammirare i colori autunnali. Rientro in tarda serata in rifugio. Cena tipica e pernottamento.
Domenica 26 Ottobre 2014
All’alba prima colazione e partenza per itinerario in quota sino al Passo dei Monaci. Percorreremo l’intero crinale della catena delle Mainarde in un saliscendi di cime e pendii ad una quota compresa tra i 1800 ed i 2200 m slm in un ambiente caratterizzato da praterie d’altitudine e fenomeni carsici. Affacci panoramici sui versanti abruzzese e laziale del Parco, ed in condizioni ottimali di visibilità sarà possibile scorgere il Gran Sasso d’Italia, il Vesuvio, le Isole di Capri ed Ischia. Pranzo al sacco. Raggiunta la propaggine più meridionale della catena, il Monte Marrone, un agevole sentiero porta a valle attraverso una fitta faggeta.

Per ulteriori informazioni su costi e iscrizioni contattare:

Umberto Esposito

Mobile (+39) 339.8395335 – Website  www.wildlifeadventures.it – E-mail info@wildlifeadventures.it

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>