Home Collina La dispensa di marzo: le patate

La dispensa di marzo: le patate

by Giovanna Amato
0 commento

Ormai mancano pochissimi giorni all’arrivo della primavera, le giornate iniziano ad allungarsi e tutta la natura è in fermento.

Anche il mare vive il suo risveglio. Le  acque sono meno agitate e le spiagge non ancora affollate invitano a lunghe e piacevoli passeggiate, ma prima di raccogliere frutta e verdura fresca direttamente dall’orto, in questo periodo prendiamo ispirazione ancora dai prodotti che abbiamo in dispensa.

E, questo mese, troviamo le patate che  possono essere utilizzate in una miriade di modi differenti.

La patata è uno degli ingredienti più versatili e comuni che conosciamo, eppure quando dall’America arrivò nel vecchio continente non entusiasmò per niente gli europei, che all’inizio si rifiutarono  di mangiarla e in seguito quando  ci provarono lo fecero nel modo sbagliato ,mangiandone le foglie  e i frutti velenosi e  proprio a causa delle intossicazioni conseguenti, la patata  si guadagnò la nomea di pianta dalle proprietà “diaboliche”.

Per molto tempo  venne coltivata solo a scopo ornamentale, si racconta  che Luigi XIV Re di Francia amava i fiori di patata  talmente tanto da volerli spesso come addobbo per i banchetti reali.

In seguito la patata fu usata come alimento per animali, soldati e  prigionieri di guerra.

Poi si prese a coltivarla per destinarla come cibo per i poveri e i contadini ma in un paio di secoli divenne alimento protagonista di molte preparazioni rivoluzionando le abitudini alimentari degli europei, diventando quell’ingrediente di cui noi oggi difficilmente potremmo fare a meno.

E per voi, oggi, ho preparato una cosa che più italiana non ce n’è: la pizza con le patate, leggermente più ricca della versione classica a cui volendo potete aggiungere altri ingredienti per esempio dei tocchetti di salsiccia o dei funghi porcini o ancora della cipolla come ha fatto in questa ricetta la nostra Ileana.

Pizza con le patate
Print
Per l'impasto
  1. 500 g di farina 0 per pizza
  2. 5 g di Lievito di birra
  3. 1 cucchiaino di Sale
  4. Acqua q.b.
Per condire
  1. 3/4 Patate
  2. Olio extra vergine d'oliva
  3. 150 g di Provola dolce
  4. Rosmarino q.b.
  5. 30 g di Parmigiano reggiano
  6. 1 spicchio d'aglio
  7. Sale e Pepe
Instructions
  1. Versate la farina in una spianatoia, fate la fontana e aggiungete il lievito che avrete sciolto in un po’ di acqua tiepida, cominciate ad impastare aggiungendo piano piano altra acqua fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. aggiungete il sale, lavorate ancora un po', formate una palla, trasferitela in una ciotola unta d'olio,copritela e lasciatelo lievitare in un luogo caldo per un paio d'ore.
  2. Riprendete l'impasto trasferitelo su una spianatoia infarinata e formate dei panetti del peso di circa 200 g ciascuno. lasciate lievitare fino al raddoppio.
  3. Nel frattempo lavate bene le patate tagliatele a fettine non troppo sottili e cuocetele su una piastra rovente leggermente unta d'olio. tenete da parte.
  4. In un mortaio pestate lo spicchio d'aglio con il rosmarino tritato, il parmigiano e un pizzico di sale aggiungendo a filo l'olio extra vergine d'oliva fino ad ottenere una specie di pesto che sarà il condimento delle nostre patate.
  5. A questo punto prendiamo i nostri panetti ormai giunti a lievitazione formiamo le nostre pizze dando loro la forma che più ci piace. Trasferiamole in una teglia unta d'olio distribuiamo sul fondo la provola tagliata a fettine, copriamo con le patate grigliate leggermente sovrapposte una sull'altra e per finire completiamo con il pesto al rosmarino che con l'aiuto di un pennello distribuiremo sopra le patate. Cuociamo in forno a una temperatura di circa 200° per 15 minuti circa.
Taste Abruzzo https://www.tastefromabruzzo.com/
GiovannaA PizzaePatate (2)

 

 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

UA-54670811-1