Pescina: un incantevole borgo nel cuore del Parco Regionale Sirente Velino

Nascosto tra le maestose vette dell'Appennino centrale, il pittoresco borgo di Pescina sorge come un gioiello nel cuore del Parco Regionale Sirente Velino. Scopriamolo insieme.

by Marianna Colantoni
98 Visite

La storia di Pescina è caratterizzata da una ricca tradizione e da personaggi illustri, si intreccia armoniosamente con la bellezza naturale del territorio circostante, rendendo questa destinazione un luogo imperdibile per gli amanti della storia, della natura e dell’avventura.

Breve Storia

Le origini di Pescina affondano le radici in tempi antichi, con tracce di insediamenti risalenti all’epoca romana. Tuttavia, è nel Medioevo che il borgo inizia a emergere come importante centro strategico, grazie alla sua posizione lungo le vie di comunicazione tra il Regno di Napoli e il resto della penisola. Nel corso dei secoli, Pescina ha vissuto periodi di splendore e declino, ma ha sempre conservato il suo fascino intramontabile, luogo anchedi illustri personaggi come lo scrittore e politico, Ignazio Silone nato qui nel 1900, Silone, grazie al suo pseudonimo di Secondo Tranquilli, è diventato uno degli scrittori italiani più influenti del XX secolo, noto soprattutto per opere come “Fontamara” e “Pane e vino“. Il suo impegno politico e sociale ha lasciato un segno indelebile nella storia di Pescina e del mondo letterario.

che ha portato la voce dei contadini abruzzesi sul palcoscenico mondiale con le sue opere toccanti e profonde.

ignazio silone 1
Ignazio Silone, pseudonimo di Secondino Tranquilli nato a Pescina il 1º maggio 1900 morto a Ginevra il 22 agosto 1978.
E’ stato uno scrittore, giornalista, politico, saggista e drammaturgo italiano.

Pescina e i suoi tesori naturali

Immerso nel Parco Regionale Sirente Velino, Pescina vanta una natura incontaminata e uno straordinario patrimonio ambientale. Il fiume Giovenco, che scorre maestoso ai piedi del borgo, ha svolto un ruolo fondamentale nella storia e nello sviluppo del territorio, fornendo risorse idriche vitali per l’agricoltura e la vita quotidiana dei residenti.

Cosa vedere e fare

Una visita a Pescina offre un’ampia gamma di esperienze da non perdere. Tra le attrazioni principali spicca il centro storico, con le sue strette viuzze acciottolate, le antiche chiese e i suggestivi palazzi storici. Il Museo Civico, ospitato nell’antico Palazzo della Cultura, offre un’affascinante panoramica sulla storia e la cultura locale.

Una tappa imprescindibile è il Museo Ignazio Silone, dedicato alla vita e alle opere dell’autore e situato nel suggestivo centro storico del paese. Qui è possibile immergersi nella cultura e nella storia locale attraverso mostre permanenti e eventi culturali.

Per gli amanti dell’avventura e del trekking, Pescina è il punto di partenza ideale per esplorare i sentieri panoramici del Parco Regionale Sirente Velino. Itinerari di diverse difficoltà conducono a spettacolari vedute panoramiche, cascate nascoste e rifugi di montagna incantevoli, offrendo un’esperienza indimenticabile per gli amanti della natura.

Pescina il castello medievale
I resti del castello appartenente ad Ugone del Balzo col nome di “Rocca Vecchia”, detto poi “Piccolomini” dalla famiglia che a lungo governò queste terre. Foto di PR Parco Sirente Velino.

Itinerari consigliati

Per gli amanti dell’avventura, Pescina offre numerosi itinerari escursionistici di varia difficoltà che si snodano tra boschi, montagne e antichi sentieri. Tra i percorsi più suggestivi vi è quello che conduce al Monte Velino, con panorami mozzafiato sulla catena montuosa circostante. Per i meno esperti, invece, si consiglia una passeggiata lungo il sentiero del Fiume Giovenco, perfetto per godersi la natura incontaminata e rilassarsi al suono delle acque che scorrono placide.

  • Sentiero del Lupo: un percorso panoramico che attraversa antichi boschi e prati alpini, offrendo la possibilità di avvistare la fauna locale, tra cui il suggestivo lupo appenninico.
    Durata: Circa 3 ore andata e ritorno.
    Grado di difficoltà: Moderato. Il percorso è abbastanza agevole, ma presenta tratti leggermente ripidi e irregolari. È adatto a escursionisti di livello medio.
  • Escursione al Monte Sirente: un’avventura impegnativa ma gratificante che conduce fino alla vetta del Monte Sirente, offrendo panorami mozzafiato sulla catena montuosa circostante.
    Durata: tra 6 e 8 ore andata e ritorno, a seconda del punto di partenza e del passo dell’escursionista.
    Grado di difficoltà: difficile. L’escursione richiede una buona preparazione fisica ed esperienza in montagna. Il sentiero presenta tratti impegnativi e esposti, con dislivelli significativi. È consigliato l’utilizzo di attrezzatura adeguata e di fare attenzione alle condizioni meteorologiche.
  • Visita alle Cascate del Rio Giovenco: un breve sentiero conduce a queste spettacolari cascate immerse nella natura selvaggia, ideali per una pausa rinfrescante durante le giornate estive.
    Durata: Circa 30-45 minuti andata e ritorno.
    Grado di difficoltà: Facile. Il sentiero è breve e ben segnalato, adatto a tutti i livelli di fitness. Non presenta particolari difficoltà tecniche ed è accessibile anche alle famiglie con bambini.

Pescina borgo scaled

Specialità gastronomiche

La gastronomia a Pescina è un viaggio nei sapori autentici e genuini d’Abruzzo, dove tradizione e passione si mescolano per creare esperienze culinarie indimenticabili. Dai piatti rustici ai dolci tipici, ogni boccone è un omaggio alla ricca cultura gastronomica di questa affascinante regione italiana.

Zuppa di Farro: la coltivazione del farro rappresenta una tradizione antica e preziosa che continua a prosperare in armonia con l’ambiente circostante. Questo cereale antico, ricco di storia e valori nutrizionali, trova un ambiente ideale in queste fertili terre, dando vita a prodotti di alta qualità e sostenibili. Tipica delle fredde giornate invernali, questa zuppa è preparata con farro, verdure di stagione, legumi e carne (facoltativa), il tutto cotto lentamente per creare un piatto comfort irresistibile.

Maccheroni alla Chitarra: un classico della cucina abruzzese, i maccheroni fatti in casa vengono tagliati con uno speciale strumento chiamato “chitarra”, serviti con un sugo di pomodoro fresco e conditi con pecorino abruzzese grattugiato e delle polpettone di carne chiamate “pallottine”.

Pizza Rustica: nella tradizione contadina abruzzese, la pizza rustica è una sorta di torta salata farcita con verdure di stagione, formaggio, uova e salumi locali, cotta al forno fino a raggiungere una croccantezza dorata.

Arrosticini: senza dubbio uno dei piatti più noti d’Abruzzo che non ha bisogno di tante presentazioni.

Dolci Tradizionali

Pizzelle: sottili e croccanti, le pizzelle sono wafer dolci aromatizzati con anice o vaniglia, preparati con un caratteristico stampo di ferro dette per questo anche “ferratelle“. Perfetti per accompagnare un caffè o come dolce fine pasto.

In conclusione, Pescina si rivela una destinazione affascinante che coniuga sapientemente storia, cultura e natura, offrendo esperienze indimenticabili per i viaggiatori in cerca di autenticità e avventura. Con i suoi tesori nascosti e i paesaggi mozzafiato, questo incantevole borgo è pronto ad accogliere coloro che desiderano esplorare il fascino del Parco Regionale Sirente Velino.

Ti potrebbe anche interessare ...

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Apri chat
1
Chatta con noi per più info
Scan the code
Salve,
Come possiamo esserle utile?

Hello,
Can we help you?