Le sei cascate più belle da vedere in Abruzzo

L’Abruzzo è terra di acque abbondanti che dagli alti monti dell’Appennino come la Majella e il Gran Sasso si incanalano in valli e canyon creando cascate di rara bellezza incastonate in contesti paesaggistici indimenticabili.

by Marianna Colantoni
20,9K Visite

La forza e la bellezza della natura racchiuse in poderosi salti d’acqua, l’impatto e lo scroscio che ne consegue lasciano spesso lo spettatore meravigliato.  Sono tante le cascate che è possibile visitare in Abruzzo, alcune facilmente raggiungibili e altre meno, ma tutte con quell’alone di magia che resterà nei vostri ricordi per sempre. 

Di seguito vi consiglio 6 cascate che dovete assolutamente venire a vedere.

CASCATE DEL VERDE

cascate del verde borrello abruzzo

Pochi lo sanno, ma le cascate naturali più alte d’Italia si “nascondono” in una delle zone più incontaminate e selvagge d’Abruzzo. E più precisamente a Borrello, piccolo centro in provincia di Chieti, all’interno della Riserva Naturale Regionale Cascate del Rio Verde. Situate nel bel mezzo di un canyon roccioso le cascate del Verde formano, con un dislivello di circa 400 metri, tre salti consecutivi realizzando così un salto effettivo di oltre 200 metri: uno spettacolo della natura che abbiamo la fortuna di poter ammirare nella loro forma e nella loro bellezza durante tutto l’arco dell’anno; la portata dell’acqua, ovviamente, varia a seconda delle stagioni e a seconda degli anni, se più piovosi o più secchi.

Due i percorsi possibili all’interno del parco. Il primo è il “Percorso Natura”, ideale per muovere i primi passi all’interno della Riserva Cascate del Verde e adatto a visitatori di tutte le età: una camminata di soli 20 minuti che conduce direttamente nel cuore dell’Oasi.

Il secondo è il “Percorso Cascate del Verde”, che consente di ammirare l’imponente cascata da 3 diverse prospettive frontali. All’ombra di aceri, lecci, roverelle ed abeti bianchi, il percorso permtte di scorgere i primi 2 salti già dopo pochi minuti di cammino. Per raggiungere l’ultimo punto panoramico, il più suggestivo, bisogna salire circa 200 scalini: da qui è possibile ammirare interamente il primo ed il secondo salto, quello più alto.

CASCATA DEL CACCAMO – GOLE DEL SALINELLO

cascata di caccamo 4

Nel territorio di Civitella del Tronto, l’impetuosa e spettacolare cascata del Caccamo, in dialetto locale “Lu Caccheme” ovvero tegame/pentolone, perché ai suoi piedi si forma un piccolo bacino d’acqua che viene chiamato.

ci apre la via delle Gole del Salinello. Un canyon lungo e profondo che divide le Montagne Gemelle, in quella che era la terra tra i due regni: il Regno delle Due Sicilie e lo Stato Pontificio. Si tratta dell’unica cascata naturale all’interno delle Gole del Salinello con un’altezza di 35 metri. Le acque scorrono in una fenditura nella roccia e si immettono in un torrente sottostante con acque limpide e fredde che continuano in un suggestivo canyon. 

Come raggiungerla? Il sentiero per arrivare alla Cascata del Caccamo è abbastanza breve, circa 2 km con un dislivello di 130 m, ripido e alcuni tratti risultano complicati da percorrere perché scivolosi: potrete aiutarvi con le corde che sono messe lì appositamente per questo.

Lungo la strada per la Cascata del Salinello, vi consigliamo vivamente di fermarvi alla Grotta Sant’Angelo e di continuare poi verso le Gole del Salinello.

CASCATA DELLA MORRICANA

Cascata della morricana

Situata nella zona del Ceppo in provincia di Teramo, la Cascata della Morricana è raggiungibile attraversando un’immensa faggeta dei Monti della Laga. Il percorso, infatti, si articola all’interno del Bosco Martese, un luogo di una bellezza unica, tra i più ricchi di varietà floristiche, micologiche e paesaggistiche della Laga, il che rende l’esperienza molto suggestiva

L’escursione è lunga, andata e ritorno sono circa 4 ore e mezza, ma con un dislivello contenuto che ne consente la partecipazione anche a persone mediamente allenate non riportando alcuna difficoltà tecnica.

Questa area è molto frequentata dai lupi ma non è rara la presenza di diversi altri animali come il cervi alle volpi l’Aquila reale che proprio in questi posti nidifica già da anni.

CASCATA DI CUSANO

cascata di cusano abruzzo

Poco distante dal piccolo borgo di Abbateggio, un sentiero naturale non segnalato ti porterà in uno degli angoli più suggestivi della Majella. Il percorso conduce fino all’incredibile canyon modellato dalle acque del Torrente Capo la Vena. Poco dopo si arriva alla cascata, conosciuta anche come la Cascata del Lejo. Il percorso è di media difficoltà, pur se breve, se non si conosce e la zona è difficile da percorrere perché non ha sentieri segnalati, meglio se si ha già esperienza di escursionismo e si è abituati ad andare in montagna o con guide esperte.

CASCATE (O VALLE) DELLE CENTO FONTI

cascate delle cento fonti abruzzo monti della laga

Le Cascate delle Cento Fonti, o Valle delle Cento Fonti, sono una bellissima meta di trekking nei Monti della Laga d’Abruzzo. Il percorso è immerso nel verde delle montagne e offre un’esperienza suggestiva attraverso cascate, ruscelli e piscine naturali. Il percorso di trekking è ricco di splendide cascate di cui si può godere percorrendo questo itinerario, e che rappresentano il cuore di questa escursione ad anello.

L’escursione inizia dal piccolo abitato di Cesacastina (comune di Crognaleto) a 1.141 m di altitudine situato di fronte al Gran Sasso, salendo verso il Fosso dell’Acero dove si incontra il torrente e poi salendo in modo deciso per addentrarsi all’interno della faggeta del Bosco Tignoso.

L’escursione richiede un buon allenamento alla camminata, ha un dislivello di 620 m circa e la durata è di oltre 5 ore.

CASCATA DEL VITELLO D’ORO

cascata del vitellodoro farindola

Nella Valle d’Agri, vicino il borgo di Farindola, una spettacolare cascata di 28 metri si tuffa nel fiume Tavo, siamo nel versante meridionale del Gran Sasso.
La leggenda narra che, nel giorno di San Giovanni di molti anni fa, alcune donne intente a lavare i panni nello specchio limpido del Tavo apparve all’improvviso una piccola vitella di color giallo oro. La fantasia popolare, ebbra di miti antichi e storie fantastiche, vi lesse un segno del destino ed immediatamente ribattezzò il salto col nome che ancora porta.

Per raggiungere la cascata si può seguire un comodo sentiero che parte direttamente dalla strada e permette di risalirla grazie ad un sistema di scale e ponticelli.  

La stretta Valle d’Agri è un mantello di boschi da cui svettano di lontano le cime del massiccio meridionale del Gran Sasso e l’area faunistica del Camoscio d’Abruzzo e quella del geotritone italico, rendono il luogo apprezzabile e di grande interesse per gli escursionisti.

Queste sono solo alcune delle più belle cascate che potete venire a visitare in Abruzzo, ma ce ne sono tante altre come la Cascata Del Torrente Parello a Quadri, la Cascata delle Ninfe a Villetta Barrea, la Cascata Zompo Lo Schioppo a Morino, la Cascata del Ruzzo a Isola del Gran Sasso

Insomma, vale veramente la pena concedersi un soggiorno anche di più tappe, per godere, una passeggiata alla volta, di queste magnifiche cascate che la natura ci ha donato.

 

 

Ti potrebbe anche interessare ...

10 commenti

Riccardo 29 Maggio 2023 - 20:53

Ho letto il suo piacevole articolo,
l’Abruzzo e la sua natura spettacolare e a tratti estrema merita di essere presentata a chi ha la sensibilita’ su queste tematiche. Quindi non certo un turismo di massa ma quel turismo che sceglie questi luoghi per trovare e ritrovarsi.
Tanto a dato a me l’Abruzzo che non sara’ mai abbastanza quello che ho dato e ancora cerco di dare a lui.

Rispondi
Marianna Colantoni 30 Maggio 2023 - 08:43

Salve Riccardo, grazie a lei per aver letto l’articolo e, sono perfettamente d’accordo con il suo pensiero. Chi ci segue da tempo sa che la nostra filosofia non è certo quella di creare un indotto di massa, anzi! Amiamo l’Abruzzo, è casa nostra, e proprio per questo siamo orgogliosi di raccontarlo, soprattutto nel suo aspetto più selvaggio. Inoltre, far conoscere le diverse opportunità che la natura ci offre durante i diversi mesi dell’anno, ci permette proprio di evitare di far concentrare le visite da parte dei viaggiatori solo durante i mesi estivi. Taste Abruzzo, negli anni, è riuscito a costruire una bellissima community che condivide gli stessi valori, primo fra tutti è proprio il rispetto della natura e dell’ambiente che ci circonda, proprio come lei. Quindi che dire Riccardo se non benvenuto tra noi? 🙂

Rispondi
Devis 30 Maggio 2023 - 06:32

La Cascata del Cusano è stata riaperta? Poco tempo fa la zona era stata interdetta e non sono potuto andare

Rispondi
Marianna Colantoni 30 Maggio 2023 - 08:33

Ciao Devis, come riportato nel post, la Cascata del Cusano è l’unica tra le citate a non avere una sentieristica segnalata. Questo significa anche che, non c’è nessuno che si prende cura di mantenere pulito e accessibile il percorso che conduce alla cascata. Fra l’altro quando hai trovato interdetto il passaggio, c’era un’ordinanza che vietava l’accesso alle cascate causa pericolo di distacco massi. Avventurarsi senza avere esperienza di escursionismo non è affatto consigliato, e anche se non si conosce bene la zona proprio perché non c’è alcun sentiero. Il mio consiglio è quello di affidarsi a delle guide escursionistiche locali e, prima di mettersi in marcia, contattare gli enti locali per chiedere informazioni, come la Guardia Forestale dello Stato di Tocco da Casauria (PE), questo il numero del centralino 085 880165. Spero di esserti stata utile 🙂

Rispondi
Rosanna 31 Maggio 2023 - 16:08

Super. Mi sono trasferirà jn Abruzzo 13 anni fa. Purtroppo non riesco a organizzarmi per isiraee il territorio, ma piacerebbe promuovere, per gli amici, qualche visita quidata

Rispondi
Marianna Colantoni 1 Giugno 2023 - 16:10

Ciao Rosanna, e che bello che hai scelto l’Abruzzo 13 anni fa! Ci fa molto piacere che vuoi passare voce ai tuoi amici, ma cerca di organizzarti anche tu, non puoi perderti il bello che ci circonda! Ti aspettiamo insieme ai tuoi amici 😉

Rispondi
CLAUDIO ANGELOSANTE 1 Giugno 2023 - 19:51

Buonasera Marianna
Mi chiamo Claudio Angelosante Vorrei Approfondire Meglio

Rispondi
Marianna Colantoni 9 Giugno 2023 - 17:55

Ciao Claudio e benvenuto su Taste Abruzzo 🙂 cosa vorresti approfondire?

Rispondi
Mara 27 Agosto 2023 - 20:25

salve io sarei molto interessata a fare questi giri con lei sono una persona sola e donna di 59 anni, ma non sono esperta escursionista …..

Rispondi
Marianna Colantoni 31 Agosto 2023 - 15:18

Salve Mara, se vuole fare delle escursioni, abbiamo delle bravissime guide con le quali potrebbe uscire. Ci scriva a tasteabruzzo@gmail.com così vediamo come possiamo organizzarci a seconda delle sue esigenze 😉

Rispondi

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Apri chat
1
Chatta con noi per più info
Scan the code
Salve,
Come possiamo esserle utile?

Hello,
Can we help you?