Pasqua in Abruzzo: un viaggio gastronomico tra tradizione e gusto

Pasqua e la Pasquetta in Abruzzo non sono solo giorni di festa, ma vere e proprie celebrazioni gastronomiche che raccontano storie millenarie attraverso sapori unici e piatti tradizionali.

by Marianna Colantoni
298 Visite

In questo articolo, ci immergeremo nello squisito mondo della cucina tipica delle festività pasquali in Abruzzo, scoprendo le ricette che non possono assolutamente mancare.  

Pasqua in Abruzzo: un tesoro culinario tutto da assaporare

Abruzzo, terra di montagne ma anche di mare, abbonda di ingredienti freschi e genuini che sono la base della sua ricca tradizione gastronomica. Durante la Pasqua e la Pasquetta, grazie a un ricco patrimonio culinario tramandato di generazione in generazione, le tavole si riempiono di piatti che incarnano secoli di storia e cultura, creando un connubio di gusto e tradizione che conquista i palati di chiunque si avventuri in questa regione. 

Iniziamo questo viaggio culinario e andiamo a conoscere le ricette tradizionali che impreziosiscono le tavole abruzzesi durante questo periodo di festa. Gli approfondimenti, dalla storia folkloristica alla scelta degli ingredienti alla preparazione accurata, li trovate nell’articolo sotto forma di link o di comode video ricette; questi consigli vi aiuteranno a creare piatti autentici e gustosi che delizieranno i vostri ospiti.

Le ricette tradizionali immancabili

Il profumo dei piatti della tradizione abruzzese durante le festività pasquali riempie l’aria con odori che arrivano dalle stalle: tra formaggio pecorino, salumi e carne di pecora.

Tra le principali prelibatezze troviamo sicuramente i fiadoni di cui si hanno due versioni: una salata e una dolce, dipende dalla località e dalla tradizione di famiglia. Per comodità potremmo dire che la versione del Fiadone dolce più noto come “Soffione di ricotta“, è più tipico nella zona del teatino, mentre la versione salata è quella più diffusa.

Per prepararli servono farina, olio d’oliva, vino bianco e uova, mentre per il ripieno occorrono le uova, i formaggi come la ricotta sia di pecora che di vacca e, ovviamente, il pecorino d’Abruzzo.

Se volete stupire i vostri ospiti dalla colazione di Pasqua al dolce, le rispettive ricette le trovate qui: soffione dolce, fiadoni abruzzesi.

Restando in tema di ricette elaborate, non può assolutamente mancare la pizza di Pasqua che, anche qui, troviamo in due versioni: una dolce e l’altra salata, entrambe comunque realizzate per accompagnare salumi e formaggi come il tradizionale sdjuno ci insegna.

Qui di seguito vi lascio la video ricetta della Pizza dolce aquilana, ricetta della mia famiglia, mentre quella della pizza di Pasqua salata a base di pecorino la trovate qui.

PIZZA DI PASQUA AL FORMAGGIO ESSENZA DI VANIGLIA 2.jpg

Pizza di Pasqua al formaggio di Laura Gioia, alias Essenza di Vaniglia

Tra i primi piatti della tradizione pasquale abruzzese abbiamo davvero una vasta scelta: dai maccheroni alla chitarra con le pallottine, alla versione primaverile dei maccheroni alla chitarra ortica e tarassaco (di cui vi lascio la video ricetta), all’elaborato ma super gustoso timballo di scrippelle abruzzese, ovvero la versione abruzzese della celebre lasagna, oppure la versione dei cannelloni abruzzesi, sempre realizzati con le scrippelle (da noi un must che sostituisce la sfoglia di pasta fresca all’uovo) alle classiche e mai intramontabili scrippelle ‘mbusse.

Passando ai secondi, immancabili sono i piatti tradizionali a base di carne di pecora e di agnello che, per la nostra regione, è una presenza antica nella cucina della tradizione gastronomica avendo una storia prettamente legata alla pastorizia

Tra le ricette più gettonate troviamo tra gli antipasti, ma già la troviamo nel menù della colazione di Pasqua la coratella di agnello, e come secondo piatto l’immancabile agnello cacio e ova.

Immancabili, soprattutto il giorno di Pasquetta le “arrostate” (grigliate) a base di carne di pecora, castrato e gli intramontabili arrosticini che, mi raccomando, vanno cotti rigorosamente sulla brace proprio come abbiamo fatto noi qui:

Perché la Pasqua è sicuramente un momento di festa, ma anche di riflessione e indulgenza. E la cucina, come sempre, è il luogo simbolo, dove la festa prende forma e diventa famiglia.
Le ricette tradizionali tramandate di generazione in generazione, inoltre, mettono in risalto la ricchezza gastronomica e la diversità culturale della regione, abbracciando prospettive disegnate dalla nostra naturale orografia, preservando il suo patrimonio culinario affinché le generazioni future possano assaporarlo e goderne come abbiamo la fortuna di fare noi ancora oggi.

Buona Pasqua a tutti voi!

Ti potrebbe anche interessare ...

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Apri chat
1
Chatta con noi per più info
Scan the code
Salve,
Come possiamo esserle utile?

Hello,
Can we help you?