Timballo di scrippelle in bianco e la primavera è in tavola!

by Ileana Pavone
3,4K Visite

La primavera è ormai alle porte e pian piano le tavole si tingono di colori più accesi, la voglia di leggerezza prende il sopravvento e spesso una semplice insalata di cereali, arricchita da prodotti di stagione, diventa il pranzo ideale.

Se durante la settimana il pranzo è più leggero, la domenica si torna alla tradizione, la nostra tradizione abruzzese, fatta di piatti ricchi di sapore, ma realizzati con ingredienti semplici e genuini.

Per alcuni piatti, infatti, non esiste stagione. Quelli tradizionali sono sempre protagonisti dei pranzi della domenica, il giorno in cui tutta la famiglia si riunisce e si dedica più tempo agli affetti e al buon cibo.

In Abruzzo i pranzi della domenica sono lunghi, ricchi di tante portate, ricchi di sorrisi e parole, di un buon bicchiere di vino, in una sola parola, convivialità.

La portata più importante resta sempre il primo piatto, che siano spaghetti alla chitarra, ravioli o  timballo, il primo piatto è ricco e corposo.

Un piatto tradizionale della nostra terra è il timballo, preparato con le scrippelle e arricchito da sugo di pomodoro e carne macinata, oggi però, dato che la primavera è in arrivo, voglio proporvi una variante del timballo classico, con carciofi e pallottine.

Buon appetito! 🙂

Timballo di scrippelle in bianco con carciofi e pallottine

Ileana Pavone
Porzioni 6

Ingredienti
  

Per le scrippelle

  • 6 uova
  • 12 cucchiai di farina 0
  • 400 ml di acqua circa
  • 1 cucchiaio di olio
  • sale

Per la besciamella

  • 30 g di farina 0
  • 30 g di burro
  • 500 ml di latte
  • sale noce moscata

Per il ripieno

  • 4 carciofi
  • 200 g di mozzarella
  • 300 g di carne di manzo macinata
  • 1 spicchio d'aglio
  • parmigiano grattugiato
  • Olio evo
  • sale

Istruzioni
 

  • Per prima cosa prepariamo le scrippelle: mescoliamo le uova con la farina, aggiungiamo una presa di sale e uniamo tanta acqua quanto basta ad ottenere una pastella molto liquida, ci servirà circa 400 ml di acqua; infine uniamo un cucchiaio di olio alla pastella e mescoliamo bene.
  • Ungiamo con poco olio una padella antiaderente, quando l'olio è caldo togliamo quello in eccesso e iniziamo a cuocere le scrippelle: versiamo la pastella con un mestolo e facciamo roteare velocemente la padella in modo che la scrippella copra tutta la superficie; cuociamola su entrambi i lati e continuiamo la cottura fino ad esaurimento della pastella.
  • Mescoliamo la carne macinata con 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, aggiustiamo di sale e formiamo delle polpettine molto piccole, aiutandoci con le mani leggermente unte con l'olio; scaldiamo una padella con dell'olio extravergine di oliva ( non è necessario usarne tanto ) e friggiamo le pallottine per qualche minuto, poi poniamole in un piatto coperto con carta assorbente per togliere l'olio in eccesso.
  • Prepariamo la besciamella: scaldiamo il latte in un pentolino; nel frattempo facciamo sciogliere il burro, aggiungiamo la farina, facciamola tostare ed aggiungiamo il latte tiepido, saliamo, aggiungiamo noce moscata e cuociamo, mescolando spesso, fino a quando la salsa si sarà addensata; non deve essere troppo densa.
  • Puliamo i carciofi togliendo le foglie più esterne, togliamo l'eventuale barbetta interna e affettiamo in modo molto sottile i carciofi; puliamo i gambi e affettiamo sottilmente anch'essi ( se non li cuociamo subito immergiamoli in acqua e limone ).
  • Scaldiamo una padella con poco olio e uno spicchio d'aglio in camicia, quando l'olio è caldo versiamo i carciofi, lasciamoli insaporire qualche minuto, saliamo e aggiungiamo un bicchiere d'acqua circa; lasciamo cuocere i carciofi fino a quando saranno morbidi, se necessario aggiungiamo ulteriore acqua.
  • Tagliamo la mozzarella a dadini piccoli e iniziamo ad assemblare il timballo.
  • Foderiamo una teglia con della carta forno, bagnata e ben strizzata, rivestiamo la teglia con le scrippelle, lasciando fuoriuscire una parte delle scrippelle che serviranno successivamente per la chiusura del timballo; adagiamo le scrippelle anche sul fondo.
  • Farciamo con i carciofi, una manciata di parmigiano ed il resto degli ingredienti, copriamo con 3 o 4 scrippelle e continuiamo con gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti.
  • Lasciamo da parte poca besciamella e una scrippella per la chiusura finale: poniamo al centro, sull'ultimo strato, una scrippella, e chiudiamo con le restanti che abbiamo lasciato fuoriuscire all'inizio.
  • Una volta chiuso il timballo, adagiamo sopra qualche cucchiaio di besciamella ed una manciata di parmigiano.
  • Cuociamo il timballo nel forno preriscaldato a 200°C per circa 45 minuti; a metà cottura, se necessario, copriamo il timballo con un foglio di carta alluminio affinché non diventi troppo dorato.
  • Lasciamolo intiepidire prima di tagliarlo.
Hai provato questa ricetta?Facci sapere come è!

Timballo di scrippelle in bianco

 

Ti potrebbe anche interessare ...

2 commenti

TAVOLA IN ABRUZZO A PASQUA | lacuocaignorante 30 Marzo 2023 - 11:30

[…] PER LA RICETTA, CLICCATE QUI […]

Rispondi
PASQUA IN ABRUZZO. I PIATTI DELLA TRADIZIONE | lacuocaignorante 30 Marzo 2023 - 11:30

[…] PER LA RICETTA, CLICCATE QUI […]

Rispondi

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Apri chat
1
Chatta con noi per più info
Scan the code
Salve,
Come possiamo esserle utile?

Hello,
Can we help you?