Il Vino nell’arte contemporanea: quarta edizione del “Premio Sinestesie”

Si avvicina la chiusura delle iscrizioni alla quarta edizione del Premio Sinestesie, l’evento culturale dedicato alle arti visive contemporanee, istituito a L’Aquila nel 2005.
 
Il concorso – di valenza internazionale – ha l’obiettivo di promuovere la ricerca e diffusione artistica, attraverso la selezione di opere inerenti la tematica proposta, l’allestimento di una mostra collettiva delle opere selezionate, il conferimento di premi monetari alle opere vincitrici e la pubblicazione di un catalogo critico.
 
La Sinestesia è una percezione simultanea di due organi sensoriali, dovuto alla stimolazione di uno solo di questi: un suono, ad esempio, può evocare un colore, un sapore può produrre una sensazione tattile, un profumo può evocare un’immagine e così via.
 
L’affascinante tema della sinestesia viene indagato da anni all’interno di questo evento culturale, attraverso la selezione di opere inerenti la tematica, modulata per ogni edizione in diversi àmbiti, come l’”audizione colorata” nell’edizione “Vedere il Suono” o la Rappresentazione Sensoriale, edizione “Il Senso Sospeso”, che indagava la stimolazione di tutti i sensi a causa di un sisma.    
 
Il tema della IV edizione propone di indagare i percorsi sensoriali, mentali e culturali tramite cui è possibile rappresentare e riconoscere uno specifico elemento, restituendolo alla sua conoscenza e percezione emozionale: il vino.
 
L’esperienza cognitiva che passa attraverso i nostri sensi, in questo caso il senso del gusto e dell’olfatto, non avviene tramite l’esclusiva percezione fenomenica – bere o mangiare – ma attraverso complessi meccanismi cerebrali che ci permettono di riconoscere – e dunque di apprezzare – un elemento come tale. Il vino, perciò, non si percepisce solamente attraverso la complessa armonia che coinvolge più che mai molteplici sensi, ma attraverso un percorso di elaborazione mentale che lo connota quale elemento d’immediata riconoscibilità.  
 
Il Premio Sinestesie è articolato in quattro sezioni – pittura/grafica, scultura/installazione, fotografia e video – per un montepremi di 4’000,00 euro. Le iscrizioni chiuderanno il 25 ottobre 2014. Le opere saranno valutate e selezionate da una giuria di settore, composta da professionisti e curatori indipendenti. Nel mese di dicembre 2014, nel centro storico della città dell’Aquila, verrà inaugurata la mostra espositiva delle opere selezionate, presentato il catalogo e conferiti i premi.
 
Il tema del vino e della sua rappresentazione sin estetica non è casuale o ruffiana verso una tematica di “facile beva”, per l’appunto, quanto piuttosto ben orientato ad indagare la bevanda sociale per eccellenza quale prodotto di cultura, e non solo di facile consumo. Il vino rappresenta infatti un trapasso di saperi e cultura che nasce nella storia, ma si lega al presente e si proietta verso il futuro, sintonizzando tutte le generazioni attraverso un appassionato e virtuoso meccanismo di comunicazione.
 
Tutte le informazioni sul Premio, sul Bando e le modalità d’iscrizione sono disponibili sul sito: www.premiosinestesie.it

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>