Home Mare Gennaio, il mare d’inverno e una zuppa…

Gennaio, il mare d’inverno e una zuppa…

by Patrizia Marini
0 commento

“Io sono il primo di dodici figli

tutto vestito di candidi fiocchi.

Spargo brillanti per campi e per cigli,

porto ai camini la festa dei ciocchi.

Di ghiaccio di neve ricopro le vette

e metto nel fuoco le dolci ballotte.”

(Da un vecchio Almanacco)

L’anno vecchio non si  è ancora addormentato quando arriva Gennaio. E’ ancora in un angolino  che sonnecchia stanco,  col suo carico di giorni  vissuti e delle feste natalizie appena trascorse.

Ma noi siamo più che pronti a lasciarcelo alle spalle  pieni di buoni propositi, con la sola voglia di alimentare il  fuoco interiore che ci rinnoverà nei giorni a venire.

E Gennaio è il mese giusto per farlo. L’immagine che meglio rappresenta l’austero mese di  Gennaio è quella di   un camino

acceso, con le sue fiamme ballerine ed il  calore avvolgente che contrasta il freddo dell’inverno .

Si rinnova il piacere di stare a casa, di dedicarsi alle cose che scaldano l’anima, ai cibi fumanti, alle zuppe, alle minestre , anche le più semplici che sanno di buono e di famiglia.

In Abruzzo tutto ancora riposa, pur se le giornate cominciano ad allungarsi regalandoci più ore di luce.

Negli orti maturano e si raccolgono le verdure invernali,  coperte del loro vestito più elegante, di  goccioline di brina e di freddo.

Le vette delle montagne brillano coperte di bianco, nelle giornate più terse.

Anche il mare ha un altro vestito ed è meravigliosamente affascinante, solitario e immenso; “un film in bianco e nero visto alla TV”  , parafrasando una vecchia e sempre bella canzone.

E se arrivasse la neve, sarebbe ancora più bello perché la neve al mare,  è uno spettacolo unico ed ha il sapore di una fiaba.

E di mare d’inverno, di zuppe fumanti, di verdure di stagione e di brina,  profuma la mia minestra.

IMG_0787-A

Sempre con uno sguardo attento alle tradizioni e  al pescato fresco dell’Adriatico,  ho preparato i maccheroncini alla chitarra spezzati, in brodo delicato di pesce  e broccoli.

Una ricetta semplice e buona che vi riscalderà come una carezza. Col mio augurio di un  2015 ricco di serenità, salute e cose belle !

IMG_1078

Minestra d’inverno in brodo di pesce e broccoli
Print
Ingredients
  1. 3 rane pescatrici piccole
  2. 2 cicale di mare
  3. 1 merluzzo piccolo
  4. Una grossa manciata di gamberetti
  5. 1 costa di sedano
  6. 1 cipolla
  7. 1 carota
  8. 1 spicchio d’aglio
  9. 200 g di cimette di broccoli
  10. 2 cucchiai d’olio
  11. Prezzemolo tritato, sale
  12. 1 presa di curcuma
  13. 120 g di spaghetti alla chitarra sottili tagliati a tagliolini
Instructions
  1. Pulite ed eviscerate le rane pescatrici, eliminate la pelle scura , tagliate le teste e
  2. tenetele da parte. Pulite anche il merluzzo ed eliminate la testa che butterete,
  3. eliminate le squame e gli occhi alle cicale di mare ed infine sgusciate i gamberetti .
  4. Pulite e lavate la carota, il sedano, la cipolla e tagliateli a pezzi. Lessate le verdure
  5. in circa 2 litri d’acqua salata insieme alle teste delle rane pescatrici, per 10 minuti.
  6. Aggiungete le cicale di mare , le code delle rane pescatrici e fate bollire per altri 10
  7. muniti, a fuoco dolce, coprite la casseruola col coperchio. Infine, aggiunte il merluzzo
  8. e fate bollire per altri 5 minuti. Spegnete , tirate fuori i pesci interi e cioè le code
  9. delle rane pescatrici, il merluzzo e le cicale di mare e tenete da parte ; filtrate il
  10. brodo di pesce. Pelate lo spicchio d’aglio e fatelo dorare leggermente con l’olio,
  11. aggiungete il brodo di pesce , i broccoli mondati e tagliati a cimette piuttosto piccole,
  12. una presa generosa di curcuma , i gamberetti sgusciati e fate bollire ancora per 2-3
  13. minuti circa. Regolate di sale. Nel frattempo fate bollire poca acqua salata, tuffateci
  14. la chitarrina tagliata a listarelle di circa 6 cm di lunghezza, fate cuocere e scolate
  15. appena la pasta viene a galla. Prima di spegnere il fuoco del brodo, aggiungete la
  16. pasta scolata, la polpa dei pesci tenuti da parte ai quali avrete eliminato le cartilagini e
  17. le spine. Fate insaporire per pochi secondi, unite del prezzemolo tritato e servite la
  18. zuppa di pesce e chitarrina ben calda e fumante.
Taste Abruzzo https://www.tastefromabruzzo.com/
IMG_1061

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

UA-54670811-1