Taste Abruzzo racconta: il GPS – Gruppo di Produttori Solidali

by Marianna Colantoni
711 Visite

Quattro anni di sacrifici, caparbietà, fatica, speranza, coraggio, tenacia, duro lavoro e soddisfazioni. E’ soprattutto un esempio di resilienza vera questo del “GPS – Gruppo di Produttori Solidali”, che comprende gli agricoltori custodi dei Monti della Laga e dei fiumi Aterno, Tronto e Velino – nonché delle località di Montereale (AQ), Cittareale, Amatrice, Accumoli e L’Aquila.

Taste Abruzzo è davvero orgoglioso di farveli conoscere attraverso il nostro video racconto, che vuole mettere in risalto la realtà incontaminata di cui loro sono i “custodi” e autentica perché fanno davvero le cose come si facevano una volta.

Monti della Laga webA testimonianza di questo, Alessandro Novelli di “La Casa Rosa” – che abbiamo già conosciuto in occasione delle trombette dei morti, ci racconta la sua realtà conducendoci prima sotto un bellissimo bosco autunnale, Fonte le Caje, dove abbiamo raccolto una particolare varietà di castagna: la castagna ‘nzita, con la quale la famiglia Novelli dà vita a una confettura che non si può descrivere a parole, solo a cucchiaiate!

Bosco di castagne Abruzzo

Fonte le Caje – Castagneto secolare di La Casa Rosa di Verrico, Montereale (AQ)

Perciò, ciancio alle bande e andiamo a conoscere il GPS – Gruppo di Produttori Indipendenti, immergetevi nel loro, nostro, territorio già duramente colpito da due eventi naturali importanti: il terremoto dell’Aquila nel 2009 e quello che ha distrutto Amatrice nel 2016.

Godetevi questo racconto e poi capirete perché abbiamo scelto anche i loro prodotti per il nostro shop online 😉

Ti potrebbe anche interessare ...

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Apri chat
1
Chatta con noi per più info
Scan the code
Salve,
Come possiamo esserle utile?

Hello,
Can we help you?