Gli ospiti di dicembre: Simona e la Minnulata

Oggi concludiamo il nostro viaggio cultural culinario tutto dedicato alla cucina delle feste. Siamo partite da Lecco, abbiamo fatto sosta in Maremma per poi ripartire per la Ciociaria. Nella nostra ultima tappa ci fermiamo in una regione unica per cultura, storia e fascino: la Sicilia!
Ad accoglierci troviamo Simona ed il suo meraviglioso angolo di web Bianca Vaniglia Rossa Cannella.

Ciao Simona! Siamo felicissime di concludere con te questo viaggio. Tu sei una ragazza molto giovane, ma nel tuo blog “Biancavaniglia Rossacannella” dimostri grande dimistichezza e conoscenza delle materie prime. Qual è la tua principale fonte di ispirazione in cucina? Da cosa trai la spinta per creare, scrivere e cucinare?

La mia passione per la cucina è nata solo negli ultimi anni, da quando abito da sola per via dell’università. Le ricette che si vedono sul blog (prettamente dolci) le realizzo nel fine settimana nei momenti di relax. Infatti  per me impastare, sperimentare e vedere lievitare  dolci ha un effetto rilassante e di grande soddisfazione.  La mia principale fonte di ispirazione sicuramente è la natura. Grazie al susseguirsi delle stagioni infatti trovo l’ispirazione per le mie ricette che hanno il filo conduttore degli ingredienti stagionali.

Torrone siciliano -  Minnulata di Bianca Vaniglia Rossa Cannella

Tu sei figlia di una terra meravigliosa, unica per storia, cultura, sapori, odori e colori! Quanto nascere in Sicilia influenza non solo la tua cucina, ma anche il tuo modo di vivere e di essere.

Come vi dicevo prima, moltissimo. Diciamo pure che i miei piatti sono influenzati principalmente dai frutti che dona la mia terra. Fare una passeggiata per la campagna siciliana e vedere cosa offre in un determinato periodo, tornare a casa con un bel cesto pieno e pensare a cosa poterci realizzare. Cosi nascono le mie ricette.
Crescere e vivere in Sicilia da questo punto di vista mi ha dato tanti benefici e vantaggi, sono cresciuta pensando  sia normale avere una campagna con degli alberi e l’orto.  Da bambina ho sempre visto fare le conserve, i fichi e pomodori secchi, la vendemmia di mio nonno e adesso la raccolta delle olive con la mia famiglia. La terra è nel DNA dei siciliani.

Parlando della nostra terra…che rapporto hai con l’Abruzzo? Lo hai mai visitato? Se si, ti va di raccontarci quale luogo, piatto, sapore ti è rimasto nel cuore?  Se noi se ti diciamo “Abruzzo”, qual è la prima cosa che ti viene in mente?

Purtroppo non sono mai stata in Abruzzo, è una terra che per certi versi trovo simile alla mia Sicilia, in cui si può variare dalla montagna al mare in soli pochi chilometri. Mesi fa sono venuta a conoscenza, grazie ad una amica food blogger abruzzese (Ileana Pavone), di un bellissimo borgo di nome Elice che mi ha ricordato la mia Erice borgo siciliano a cui sono molto affezionata. Che dite, si potrebbe proporre un gemellaggio  Abruzzo-Sicilia tra questi due antichi borghi entrambi bellissimi e dal nome similare, perché no.

Sarebbe meraviglioso Simona!

Torrone siciliano -  Minnulata (7)

Questo mese Taste Abruzzo racconta da Nord a Sud la cucina dell’Italia delle feste. Quale piatto della tradizione non può mancare sulla tua tavola a Natale?
Ci sveleresti la ricetta di un piatto tipico siciliano che nella tua memoria associ indissolubilmente al pranzo natalizio?

Il sud, in particolare la Sicilia è conosciuta per essere una regione in cui si cucina (e si mangia) molto durante le feste, ci si mette a tavola per  pranzo e si finisce per cena. Nei miei ricordi natalizi ci sono i maccheroni al sugo e mollica tostata di mia nonna, con le buse riusciva a crearli in maniera a dir poco perfetta, li lasciava essiccare sui bordi delle ceste ed io ne approfittavo sempre per rubarne qualcuno crudo e mangiarlo.
Sulle  tavole natalizie siciliane non manca mai la frutta secca, infatti i pranzi infiniti continuano fra una tombolata e un’altra con mandorle, noci, pistacchi. Io amo il torrone siciliano quello con le mandorle, ovvero la “Minnulata” le nostre nonne lo fanno da sempre durante le feste natalizie, ingredienti poveri ed una bontà unica.

Torrone Siciliano alle mandorle e cannella o "Minnulata"
Print
Ingredients
  1. 500 g zucchero semolato
  2. 500 g mandorle siciliane
  3. un pizzico di sale (per me quello di Trapani)
  4. cannella in polvere q.b.
Instructions
  1. Sbollentare in acqua le mandorle per 1-2 minuti in modo da poter togliere facilmente la pellicina e asciugarle bene.
  2. In una padella anti aderente o pentolino dal fondo spesso versare lo zucchero semolato e lasciare sciogliere senza mescolare. Quando lo zucchero comincia a sciogliersi e ad imbiondirsi aggiungere le mandorle sgusciate, un pizzico di sale, cannella in polvere e mescolare bene (fare attenzione non toccare o assaggiare mai il caramello bollente).
  3. Versare il composto su un piano di marmo (oleato in precedenza) e uniformarlo aiutandovi con una spatola in acciaio. Oppure versare il composto su un foglio di carta forno (oleata), coprire con un secondo foglio e con un mattarello creare lo spessore desiderato ed uniformare l’amalgama.
  4. Dopo 2-3 minuti circa, quando il caramello è ancora malleabile con un coltello tagliare le porzioni di torrone dando la forma e dimensioni che preferite, lasciando raffreddare completamente.
Taste Abruzzo http://www.tastefromabruzzo.com/
Torrone siciliano -  Minnulata (6)

You Might Also Like

One comment

  1. 1

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>