Home Collina Quando a San Biagio tornavo a casa da scuola…

Quando a San Biagio tornavo a casa da scuola…

by Laura Ottaviantonio
0 commento

Quando il 3 febbraio tornavo a casa da scuola, mia madre spezzava un pane ad anello, a volte morbido a volte croccante, e se sotto i denti capitava di sentire il sapore fresco dei semini d’anice, si trattava sicuramente dei taralli di San Biagio.

 
Taralli di S.Biagio Laura O.
S. Biagio, un santo divenuto famoso attraverso quel poco che della sua vita si conosce e si ricorda ancora oggi. Vissuto nel tempo della divisione dell’impero Romano a Oriente e Occidente, morì martire per aver rifiutato di abiurare la sua fede in Cristo. Proprio durante il periodo di prigionia si ritrovò a compiere il miracolo per cui è ricordato ancora oggi: ossia la guarigione di un ragazzo da una lisca di pesce conficcata nella trachea.

Oggi nel ricordarlo in Abruzzo si preparano i caratteristici taralli nella versione dolce o salata, l’importante è che siano benedetti durante la Messa in occasione della festività del Santo, per poi essere regalati ad amici e parenti. 

L’importante è che vengano consumati da tutti, adulti e bambini, perché si ritiene proteggano da tutte le infermità legate alla gola.
Taralli di S.Biagio Laura O.

Taralli di San Biagio (versione salata)
Print
Ingredients
  1. 500 gr di farina 2
  2. 110 ml di olio evo
  3. 140 ml di vino bianco
  4. semi di anice qb (secondo i propri gusti)
  5. 15 gr di sale
  6. ½ cucchiaino di bicarbonato
Instructions
  1. Emulsionare i liquidi e aggiungere la farina, il bicarbonato, sale, i semi di anice. Impastare.
  2. Mettere a riposo l’impasto per 1h.
  3. Mettere a bollire l’acqua e nel frattempo dividere il panetto in 8 spicchi e lavorarli ognuno nel
  4. senso della lunghezza per ricavarne 8 anelli. Immergerli nell’acqua e prelevarli non appena risaliranno a galla. Scolare gli anelli e lasciarli ad asciugare su un canovaccio pulito. Subito dopo infornare a 160°C 30’-40’ per lato fino a doratura.
Taste Abruzzo https://www.tastefromabruzzo.com/

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

UA-54670811-1